Messaggio
  • Direttiva europea e-Privacy

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

    Cookie Policy

Stampa Email

La pandemia causata dal Coronavirus sta ponendo sfide senza precedenti a tutti i livelli della società. Gli individui con disturbi del neurosviluppo, come il Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività (ADHD), sono particolarmente vulnerabili alla preoccupazione causata dalle misure restrittive e di distanziamento fisico legate alla pandemia e potrebbero mostrare un aumento dei problemi comportamentali.

La crisi pone anche alcune importanti domande per i medici su come fornire le migliori cure rispettando le nuove restrizioni. Pertanto, l'EAGG, European ADHD Guidelines Group ha sviluppato delle indicazioni per la valutazione e la gestione dell'ADHD durante la pandemia del COVID-19 pubblicandole il 17 aprile 2020 su The Lancet nella sezione Salute Infanzia e Adolescenza al link:

https://www.thelancet.com/journals/lanchi/article/PIIS2352-4642(20)30110-3/fulltext

Una sintesi della guida è stata tradotta da AIFA Odv, Associazione Italiana Famiglie ADHD nel documento allegato.


Visualizza o scarica la guida