Messaggio
  • Direttiva europea e-Privacy

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

    Cookie Policy

Stampa Email

ADHD - LA DIAGNOSI NELL'ADULTO

 

Milano - 25 marzo 2017

Università Cattolica del Sacro Cuore del MIlano - Largo Gemelli, 1 - Aula Magna Cripta

 


Il disturbo da Deficit d’Attenzione e Iperattività (ADHD), in quanto disturbo del neurosviluppo, fino a poco tempo fa era ritenuto esclusivo dell’età evolutiva. Invece si tratta di una patologia che “come un filo rosso attraversa tutte le fasi della vita” (fonte: OMS).

Il disturbo è caratterizzato da una sintomatologia multiforme riconducibile a tre aree principali: l’attenzione, l’impulsività e l’iperattività. Se non è riconosciuto e curato adeguatamente nell’infanzia o nell’adolescenza, la sua sintomatologia persiste nell’età adulta e causa alla persona una serie di condizioni psichiatriche che influenzano negativamente il suo funzionamento sociale, lavorativo, affettivo e familiare. Queste condizioni hanno poi un severo impatto sulla vita del paziente e della sua famiglia.

Le persone con ADHD spesso non raggiungono un livello scolastico o accademico adeguato alle loro reali capacità, tendono più facilmente alle dipendenze, all’abuso dal alcool, nicotina o altre sostanze. Le persone con ADHD sono impulsive e faticano a controllare le loro emozioni: spesso assumono atteggiamenti aggressivi che possono condurre a condotte pericolose o addirittura antisociali e/o illegali.


Il convegno propone una serie di interventi che mirano a chiarire e ad illustrare le caratteristiche del disturbo ADHD nell’età adulta: sintomatologia, compromissioni funzionali, iter diagnostico, terapie e aspetti sanitario-burocratici (es. transizione dai servizi di NPI a quelli di Psichiatria).


L’evento è rivolto a medici e a professionisti della salute mentale dell’adulto. E’ indirizzato altresì a studenti di medicina, psicologia e psichiatria, figure educative e del mondo dell’assistenza sociale.

Ingresso gratuito, iscrizione obbligatoria via mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , entro il 18 marzo con l’apposito modulo precisando la partecipazione o meno ai workshop.

Informazioni possono essere chieste a:

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.   -  cel. 338 4145662

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.   -  cel. 338 5921605


Scarica la brochure del convegno

Scarica la scheda di iscrizione