Messaggio
  • Direttiva europea e-Privacy

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

    Cookie Policy

 
«Il disturbo da deficit di attenzione e iperattività è tanto comune nella popolazione scolastica, quanto poco conosciuto non solo tra gli insegnanti, ma anche tra gli stessi medici e psicologi su tutto il territorio nazionale. Per questo spessissimo non viene individuato e si pensa ad altre patologie».

Sono le parole del Prof. Carlo Cianchetti, direttore della Clinica di Neuropsichiatria Infantile dell'Università di Cagliari e Presidente dalla Società Italiana di Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza, che introducono il manuale indirizzato ai genitori e agli insegnanti "Che cos'è l'ADHD".

«Accade così - prosegue il Prof. Cianchetti - che molti bambini, senza una diagnosi corretta, non possono giovarsi di una terapia adeguata, tale da risolvere o migliorare notevolmente la loro condizione».

Un bambino che mostri problemi comportamentali e iperattività con marcato deficit dell'attenzione a casa e a scuola, potrebbe essere affetto da questo disturbo e nella maggior parte dei casi rimanere per anni o per sempre senza una diagnosi e una opportuna terapia. Ecco, quindi, che questa sezione del sito si propone di raccogliere quante più notizie possibili su centri, specialisti, associazioni, medici, psicologi, insegnanti e genitori che abbiano esperienza di ADHD cosicché il genitore, l'insegnate o il medico di base possano far riferimento a chi sia in grado, attraverso un corretto iter diagnostico e terapeutico, di donare al bambino e alla sua famiglia la speranza di un'esistenza più serena, verso un'età adolescenziale prima e adulta poi, priva di tutti quei disturbi secondari che si saranno sommati negli anni della crescita e della socializzazione tali da compromettere sensibilmente l'equilibrio psico-fisico dell'uomo o della donna adulti.